Rassegna stampa



Planetel Point alla Trony di Dalmine

BERGAMO POST
29/05/2024

Fibra ad alta velocità alla Trony

Approfondisci »

Ab Informatica: nuovo Planetel Point

BERGAMO ECONOMIA
1/09/2019

AB INFORMATICA 3 diventa il nuovo Planetel Point

Leggi e scarica l’articolo completo

Approfondisci »

Con Planetel anche Almenno S.B. è superveloce

ECO DI BERGAMO
23/07/2019

Entro l’estate Almenno sarà più veloce

Grazie all’accordo tra Comune e Planetel. Copertura per le aree vicine alla fibra ottica

Almenno San Bartolomeo diventa più veloce. Entro la fine dell’estate sarà infatti disponibile la fibra ottica, risultato della collaborazione fra il Comune e la compagnia telefonica italiana Planetel, che ha posato la nuova rete.
La nuova connessione a banda larga utilizzerà la tecnologia Fttc, la «Fiber to the cabinet»: armadietti stradali dove arrivano i cavi della fibra e da cui partono poi i «vecchi cavi» in rame fino a raggiungere le singole abitazioni (perdendo un po’ di velocità).

La velocità di connessione si attesterà sui 200 mbps, quindi fino a 25 Mb/s. Non tutte le aree del paese potranno però beneficiare dalla fibra, ma solamente le aree più vicine al «cabinet».
Per verificare la copertura è necessario visitare il sito web fibra.planetel.it o contattare Planetel.
«È il primo passo di un percorso che è stato avviato già negli scorsi anni per favorire proprio l’arrivo di questa infrastruttura – spiega il sindaco Alessandro Frigeni –. Una possibilità importantissima per la crescita e lo sviluppo economico, ma anche sociale e culturale della nostra comunità. Questo servizio agevolerà non solo i privati cittadini, gli studenti e tutte le persone ma anche penso in particolare alle aziende che fanno import/export e che hanno quindi necessità di lavorare con l’estero, oltre che ai tanti studi professionali deldella massima velocità garantita nostro territorio».

«È una novità di primissima importanza, soprattutto in un’era in cui tutto viaggia su internet, dalle finalità più di intrattenimento come i film e i videogiochi fino alle necessità professionali – spiega il consigliere delegato alla Pubblica sicurezza e Informatizzazione Nicola Manzoni –. Sicuramente è un aiuto significativo per chi con i servizi mediatici legati a internet ci lavora». Il Comune sta inoltre seguendo da vicino il progetto Open Fiber per portare in futuro ad Almenno San Bartolomeo anche la più performante fibra Ftth, che a differenza della Fffc porta i cavi della fibra ottica direttamente in casa, senza quindi perdita di velocità.

 

Scarica l’articolo >>

Approfondisci »

Planetel obiettivo 100 comuni cablati

ECO DI BERGAMO
10/07/2019

Connessione fibra

Planetel connessione fibra: obiettivo cablatura 100 comuni in 3 anni. Planetel ha inoltre aderito al programma Elite per la crescita aziendale.

Leggi e scarica l’articolo completo

Approfondisci »

Convention Planetel Point

CITTA DEI MILLE
29/05/2024

Planetel, connessioni ad arte

Un museo, una sera d’estate e un’atmosfera informale, lontana dai tradizionali contesti di lavoro: ha scelto un concept speciale Planetel, provider specializzato nella connettività in Fibra ottica, per ringraziare tutta la rete e gli operatori che supportano l’attività commerciale dell’azienda.

Cornice insolita per un evento di questo tipo, ma dall’innegabile fascino, è stata l’Accademia Carrara, uno dei luoghi simbolo della città: “Crediamo fortemente nel valore del territorio – afferma il Direttore Commerciale Aurelio Bertocchi – e il sostegno che diamo alla pinacoteca si innesta proprio in questo orizzonte. La nostra rete di Fibra ottica porta la connessione superveloce
in aree che non vengono considerate interessanti dagli operatori nazionali, ma ricche di piccole e medie imprese che meritano di
poter lavorare con le migliori tecnologie.

La nostra ambizione è che Planetel possa contribuire non solo a mettere in connessione le persone, ma anche a rendere sempre più accessibili i tesori d’arte che le città custodiscono, diventando ambasciatrice di cultura e di bellezza”.
Guidati dalle parole esperte della Direttrice Cristina Rodeschini, i partecipanti sono stati accompagnati in un tour alla scoperta
dei capolavori del museo: da Botticelli, passando per Bellini, Raffaello, Tiziano, Lotto e Moroni, le visite hanno svelato
agli ospiti anche le opere del Mantegna, esposte nella mostra recentemente inaugurata ed esaltate con effetti sorprendenti dall’installazione multimediale.

Il percorso si è concluso con un breve incontro organizzato proprio in una delle sale, in una full immersion nell’arte che ha visto protagonisti i collaboratori di Planetel. Bruno Pianetti, CEO dell’azienda, ha aperto con l’entusiasmo di chi vede concretizzarsi nei numeri i risultati del proprio lavoro e crede nel potenziale della propria squadra. “Per noi che facciamo del costruire reti una missione e il centro del nostro lavoro – ha dichiarato – questa è l’occasione per celebrare la nostra rete, la nostra squadra.

Se la crescita di Planetel segue un trend positivo, tanto da averci fatto recentemente entrare nel programma “Elite” della Borsa Italiana dedicato alle imprese ad alto potenziale, il merito è anche di voi Partner che, sul territorio, proponete con convinzione la gamma dei nostri servizi”. Di servizi Planetel ne sa qualcosa: formazione continua del personale, tecnici interni e rapidità nell’assistenza post vendita vanno ad aumentare il valore di un prodotto già di per sé eccellente. Perché oggi il servizio non è un accessorio, ma ciò su cui si fonda la reputazione di un’azienda.

E se questa azienda è fatta da persone competenti, motivate e guidate da un board lungimirante e stimolato dai progetti sfidanti, il successo è assicurato: nel primo semestre 2019 le reti in Fibra ottica Planetel hanno raggiunto ben 55 Comuni in provincia di Bergamo, 14 in quella di Verona, 2 nel Bresciano e uno in provincia di Mantova. Il piano di sviluppo inaugurato nel 2015 ha portato in soli quattro anni alla posa di una rete di 128.000 chilometri di cavi in Fibra tutti di proprietà e al raddoppio del fatturato, per un aggregato delle aziende del gruppo (Planetel, Sitis, Trifolio, Servizi Internet) pari a 21 milioni di euro.

Forte di questi numeri, Bruno Pianetti conclude: “Facciamo parte di un sistema veloce e dinamico, di una sinergia positiva che si rinforza attraverso il contributo di ognuno. Offriamo qualità, efficienza e disponibilità, facendoci tutti garanti in prima persona per quanto suggeriamo al cliente: il nostro volto e la nostra parola sono strumenti importanti, perchè ci rendono unici sul territorio, un territorio ricettivo e che ci restituisce con la sua fiducia tutti gli investimenti fatti”.

 

Scarica l’articolo >>

Approfondisci »

Trony Dalmine Planetel Point

BERGAMO ECONOMIA
1/07/2019

La boutique dell’elettronica.

Quando hanno saputo che a Dalmine erano iniziati i lavori per la posa della fibra ottica non hanno avuto dubbi: senza aspettare che la rete fosse ultimata, hanno chiesto al provider di tirare un cavo fino al loro punto vendita. Il provider in questione era Planetel: “azienda di Treviolo con cui collaboriamo da quando il nostro era un negozio tradizionale nel centro del paese – spiega Giuseppe Rigamonti, titolare insieme a Grazia Calsana di Trony Rigamonti Dalmine – e loro i fornitori del nostro centralino telefonico.

Avendo già toccato con mano la qualità del loro servizio, ci è sembrato naturale farci avanti e diventare i loro primi clienti in questa zona, integrando la nostra rete wifi con una linea ad alta velocità. Per noi è stata una vera svolta: ci ha permesso di portare all’eccellenza l’interazione con i clienti nelle fasi di sottoscrizione di contratti e finanziamenti online, oltre che di comunicare con la sede centrale in modo molto più efficace, soprattutto per le operazioni connesse alla gestione degli ordini”.

E l’efficienza è tutto quando si tratta di operare su larga scala preservando standard di servizio elevati, 1.800 metri quadri di superficie espositiva, 1.000 di magazzino e 45 dipendenti: questi sono i numeri di Trony Rigamonti Dalmine, che, da punto vendita specializzato negli elettrodomestici di consumo, oggi si configura come una vera e propria boutique dell’elettronica. Se la telefonia è uno dei suoi reparti storici, fiori all’occhiello sono la divisione “Aria”, specializzata in consulenza, vendita e installazione di impianti di climatizzazione, e la recentissima “RC – Rigamonti in Cucina”: uno showroom di nuova concezione in cui trovano spazio i migliori marchi di elettrodomestici da incasso e libero posizionamento.

Giuseppe Rigamonti mostra con orgoglio questo ambiente in cui la tecnologia e il design si fondono con risultati sorprendenti e spiega: “È un sogno che si realizza, uno spazio espositivo unico in Italia e ammirato anche all’estero, in cui i protagonisti sono gli elettrodomestici top di gamma, tutti funzionanti. Questa è la nostra strada: in un mercato dominato dall’omologazione della grande distribuzione, noi abbiamo scelto di distinguerci per qualità e servizio, facendo della specializzazione il nostro punto di forza”.

L’hanno capito entrambi, Trony Rigamonti Dalmine e Planetel: formazione continua del personale, tecnici interni e rapidità nell’assistenza post vendita vanno ad aumentare il valore di un prodotto già di per sé eccellente. Perché oggi il servizio non è un accessorio, ma ciò su cui si fonda la reputazione di un’azienda: e se questa azienda è fatta da persone competenti, motivate e attente al cliente, il successo è assicurato.

Approfondisci »

Convention Planetel in Accademia Carrara

BERGAMO ECONOMIA
1/07/2019

PLANETEL, CONNESSIONI AD ARTE

Un museo, una sera d’estate e un’atmosfera informale, lontana dai tradizionali contesti di lavoro: ha scelto un concept speciale Planetel, provider specializzato nella connettività in fibra ottica, per ringraziare tutta la rete e gli operatori che supportano l’attività commerciale dell’azienda. Cornice insolita per un evento di questo tipo, ma dall’innegabile fascino, è stata l’Accademia Carrara, uno dei luoghi simbolo della città: «Crediamo fortemente nel valore del territorio – afferma il Direttore Commerciale Aurelio Bertocchi – e il sostegno che diamo alla pinacoteca si innesta proprio in questo orizzonte.

La nostra rete di fibra ottica porta la connessione superveloce in aree che non vengono considerate interessanti dagli operatori nazionali, ma ricche di piccole e medie imprese che meritano di poter lavorare con le migliori tecnologie. La nostra ambizione è che Planetel possa contribuire non solo a mettere in connessione le persone, ma anche a rendere sempre più accessibili i tesori d’arte che le città custodiscono, diventando ambasciatrice di cultura e di bellezza».

Guidati dalle parole esperte della Direttrice Cristina Rodeschini, ipartecipanti sono stati accompagnati in un tour alla scoperta dei capolavori del museo: da Botticelli, passando per Bellini, Raffaello, Tiziano, Lotto e Moroni, le visite hanno svelato agli ospiti anche le opere del Mantegna, esposte nella mostra recentemente inaugurata ed esaltate con effetti sorprendenti dall’installazione multimediale. Il percorso si è concluso con un breve incontro organizzato proprio in una delle sale, in una full immersion nell’arte
che ha visto protagonisti i collaboratori di Planetel.

Bruno Pianetti, CEO dell’azienda, ha aperto con l’entusiasmo di chi vede concretizzarsi nei numeri i risultati del proprio lavoro e crede nel potenziale della propria squadra. «Per noi che facciamo del costruire reti una missione e il centro del nostro lavoro – ha dichiarato – questa è l’occasione per celebrare la nostra rete, la nostra squadra. Se la crescita di Planetel segue un trend positivo, tanto da averci fatto recentemente entrare nel programma “Elite” della Borsa Italiana dedicato alle imprese ad alto potenziale, il merito è anche di voi Partner che, sul territorio, proponete con convinzione la gamma dei nostri servizi».

Di servizi Planetel ne sa qualcosa: formazione continua del personale, tecnici interni e rapidità nell’assistenza post vendita vanno ad aumentare il valore di un prodotto già di per sé eccellente. Perché oggi il servizio non è un accessorio, ma ciò su cui si fonda la reputazione di un’azienda.
E se questa azienda è fatta da persone competenti, motivate e guidate da un board lungimirante e stimolato dai progetti sfidanti, il successo è assicurato: nel primo semestre 2019 le reti in fibra ottica Planetel hanno raggiunto ben 55 Comuni in provincia di Bergamo, 14 in quella di Verona, 2 nel Bresciano e uno in provincia di Mantova. Il piano di sviluppo inaugurato nel 2015 ha portato in soli quattro anni alla posa di una rete di 128.000 chilometri di cavi in fibra tutti di proprietà e al raddoppio del fatturato, per un aggregato delle aziende del gruppo (Planetel, Sitis, Trifolio, Servizi Internet) pari a 21 milioni di euro.

Forte di questi numeri, Bruno Pianetti conclude: «Facciamo parte di un sistema veloce e dinamico, di una sinergia positiva che si rinforza attraverso il contributo di ognuno. Offriamo qualità, efficienza e disponibilità, facendoci tutti garanti in prima persona per quanto suggeriamo al cliente: il nostro volto e la nostra parola sono strumenti importanti, perchè ci rendono unici sul territorio, un territorio ricettivo e che ci restituisce con la sua fiducia tutti gli investimenti fatti».

 

Scarica l’articolo >>

Approfondisci »

Shelli Planetel Point

BERGAMO ECONOMIA
1/06/2019

Shelli, l’evoluzione della tecnologia

Molti a Trescore lo conoscono ancora come Jimmy Computer, ma il negozio in cui sono esposti come piccoli gioielli smartphone, tablet e accessori legati al mondo della tecnologia è solo una piccola parte dell’attività che Gianmassimo Cambianica ha sviluppato nel corso di vent’anni. Ora il core business è tutto condensato nella Shelli srl, società di recente costituzione che si innesta sul patrimonio di competenze accumulato nel tempo proprio attraverso l’attività di vendita e di assistenza ai privati, riconvertito al servizio delle PMI.

Perché Shelli – il cui nome deriva dalla combinazione di “shell”, in informatica l’interfaccia che permette agli utenti di interagire con il sistema operativo, e “friendly”- si pone come interlocutore unico per le tutte quelle aziende che devono affrontare le sfide imposte dalle nuove modalità di gestione di dati e processi: in poche parole, da quella che viene ormai comunemente definita come Industria 4.0.

E lo fa con un approccio vincente, che identifica i suoi pilastri in un know-how solido, un team interno ad elevata specializzazione e collaborazioni consolidate con i maggiori player del settore: Dell per server e infrastrutture di rete, Microsoft per il cloud, WeeamWare per la business continuity e Planetel, azienda bergamasca con sede a Treviolo, per Internet e telecomunicazioni. “Scegliere Planetel come nostro partner – afferma Gianmassimo Cambianica, titolare di Shelli – si è rivelata una scelta strategica fondamentale, perché oggi le aziende non chiedono più di essere rassicurate attraverso la proposta di brand noti: chiedono risultati concreti a prezzi di mercato, risultati che con Planetel si ottengono sempre.

Inoltre, la loro rete di fibra ottica porta la connessione superveloce in aree che non vengono considerate interessanti dagli operatori nazionali, ma ricche di piccole e medie imprese che per noi rappresentano un patrimonio prezioso”.
Ed è proprio la fiducia delle imprese che continuano a scegliere Shelli la prova migliore della qualità del servizio offerto: con un fatturato raddoppiato negli ultimi due esercizi, e numeri che riconfermano il trend anche per quest’anno, l’azienda di Trescore marca con forza il proprio riposizionamento nel mercato – da negozio periferico di telefonia, a interlocutore business per le aziende più strutturate – puntando tutto sull’assistenza, sull’elaborazione di soluzioni specifiche per i clienti e sulla passione per le nuove frontiere del digitale.

 

Scarica l’articolo >>

Approfondisci »

È arrivata la fibra ottica in Valcavallina

ARABERARA
21/05/2019

Fibra ottica in Valcavallina

Inaugurata la connessione superveloce grazie alla fibra ottica Planetel

Continua il percorso di espansione di Planetel, l’azienda di Treviolo impegnata a portare la fibra ottica 100% made in Bergamo nei paesi trascurati dai grandi player della telefonia. L’ultima conquista è la Val Cavallina, che ora potrà godere di tutti i vantaggi di una connessione di ultima generazione. La posa della rete Planetel, accolta con favore dall’Amministrazione Pubblica proprio per la qualità innovativa del servizio che rappresenta per i cittadini, è disponibile sia per i privati, che potranno navigare a una velocità
fino a 200 megabit al secondo, sia per le attività commerciali e imprenditoriali, a cui è dedicata una connessione specifica fino a 1 Giga.

Inoltre, la rete Planetel potrà essere utilizzata anche per garantire connessione nelle aree pubbliche attraverso un servizio wifi veloce ed efficiente, e da tutte quelle associazioni locali attive in ambito sociale, sportivo o culturale, per le quali sono previste particolari convenzioni. Evidenti i vantaggi per gli utenti: oltre a possibilità di navigazione potenziate rispetto al passato, il radicamento dell’azienda sul territorio garantisce un supporto tecnico e commerciale in tempi rapidi, con operatori ad elevata competenza. La continua espansione, inoltre, ha posto le condizioni per implementare un servizio di assistenza clienti ad alta efficienza, che risponde ogni giorno dalle 8.00 alle 21.00 al numero verde 800.608308.

Per verificare la copertura del proprio indirizzo e l’effettiva velocità di navigazione, è possibile consultare il sito www.fibra.planetel.it o rivolgersi al Planetel Point convenzionato MEDIAPLANET di Vigano San Martino in via Nazionale 18.

 

Scarica l’articolo >>

Approfondisci »

Planetel entra nel programma Elite

ECO DI BERGAMO
5/05/2019

Elite, Bergamo sale a 33

Ampio il ventaglio delle azioni di crescita

Per le aziende bergamasche aderenti alla piattaforma partecipazioni, fusioni, mini-bond e la quotazione al mercato Aim di Piazza Affari

Le ultime adesioni risalgono a due settimane fa: con l’ingresso di Fonderie Mazzucconi, Planetel, Salf (accompagnate da Confindustria Bergamo) e Hgroup, sono salite a 33 le aziende bergamasche aderenti a Elite, il programma di Borsa Italiana (in collaborazione con Confindustria) dedicato alle imprese con strategie di crescita. Le prime adesioni sono ormai datate 2012.

Sono diverse le motivazioni che, in tutti questi anni, hanno spinto le imprese ad aderire al programma, e l’approdo in Borsa può non essere la sola meta. «L’obiettivo – spiega Paolo Piantoni, direttore di Confindustria Bergamo – è di connettere il tessuto territoriale delle Pmi con il mercato dei capitali. Elite non obbliga alla futura quotazione, consente però all’azienda di acquisire i fondamentali per affrontare in modo consapevole e preparato le opportunità di crescita, grazie anche a operazioni di finanza innovativa».
Recentemente, lo Studio Ghitti & Associati di Bergamo (con uffici anche a Milano e Casazza) è diventato partner di Elite.
«Siamo orgogliosi di essere Advisory Partner di Élite e di Borsa Italiana per offrire un punto di riferimento per le imprese nazionali e in particolare lombarde – spiega Marco Ghitti, partner fondatore dello studio – e sempre più aziende intraprendono con determinazione percorsi di crescita, affidandosi a professionisti che ne guidano il cambiamento». Lo studio accompagna le imprese aiutandole a dotarsi di una adeguata struttura di «corporate governance» e le accompagna nei percorsi di crescita esterna con operazioni di M&A (fusioni e acquisizioni). Al termine del percorso formativo, non sono poche le possibilità di finanziamento offerte da Elite: dal private equity, al private debt, dall’emissione di bond al venture capital, per arrivare alla Borsa.

Una prima analisi effettuata da Ronny Zappella, dello studio Ghitti, si è concentrata sulle operazioni straordinarie effettuate da alcune imprese bergamasche. Fusioni, partecipazioni, emissione di prestiti obbligazionari e mini-bond, quotazione al mercato Aim: sono queste le azioni di crescita prescelte. Il Cotonificio Albini di Albino ha acquisito il 19,6% delle azioni di Mediterranean Textile, aumentando la propria partecipazione nella società egiziana al 78,9%. La General Medical Merate di Seriate, attraverso un aumento di capitale, ha acquisito una partecipazione del 60% della bolognese Ims Giotto e, con un’altra operazione, ha acquisito il controllo al 100% della partecipata Primax. La Ppm Industries di Brembate Sopra ha sottoscritto una partecipazione del 66,6% nella società indiana Trustin Tape Private. La Zanetti di Lallio ha emesso un prestito obbligazionario per 5 milioni di euro. La Fecs Partecipazioni di Verdellino ha emesso mini-bond (quotati all’extra Mot Pro di Borsa Italiana) per 8 milioni di euro. E la Fine Foods & Pharmaceutical Ntm di Verdellino, in seguito alla fusione per incorporazione in Innova Italy, si è quotata sul segmento Aim di Borsa Italiana.

 

Scarica l’articolo >>

Approfondisci »

CONTATTACI E RICHIEDI LA TUA CONSULENZA




    IPv6 READY
    Benvenuto sul sito Planetel.
    Stai navigando in IPv6.

    Il tuo IPv6 è: 3.238.112.198
    Il nostro IPv6 è: 2a02:670:d000:400::6


    Chiudi la finestra per proseguire nella navigazione.